Pagina iniziale | Origini dell'albero | Storia | Leggende | Scelta dell'albero | Alberi veri | Alberi sintetici | Addobbi | Palle | Newsletter


Leggende sull'albero di Natale
L'ALBERO DI SAN BONIFACIO
Il monaco San Bonifacio (un missionario britannico, nato a Winfrid, nel 680) parlava della Natività ad una tribù di druidi. Per convincerli che la quercia non era sacra e inviolabile come credevano loro, ne abbatté una sul posto. Nel cadere la quercia schiacciò tutti i cespugli intorno, ad eccezione di un piccolo abete. San Bonifacio interpretò questo fatto come un miracolo e ordinò che l'albero fosse chiamato "Albero di Gesù Bambino". E così, i Natali successivi, vennero celebrati piantando altri alberelli di abete.

L'ABETE COME SCALA
Presso la tribù dei Pueblos amerindi, in Arizona e nel Nuovo Messico, è tradizione credere che gli antichi avessero usato un grande abete sotterraneo come una grossa scala, per salire dal mondo sotterraneo fino alla nostra Terra.

LA MAGIA DELL'ABETE DI NATALE
Il simbolo di Natale è l'abete e per questa ragione sono nate tante storie intorno all'albero. Una di queste racconta che un bambino era andato nel bosco per cercare un ceppo di quercia da bruciare nel camino. Si perse e, sorpreso dall'oscurità della notte, il bimbo si riparò al di sotto dei rami frondosi di un abete, che abbassò tutti i suoi rami per proteggerlo dalla gelida notte mentre iniziava a nevicare. La mattina dopo, gli abitanti del villaggio ritrovarono il bambino sano e salvo, che dormiva sotto l'albero, che per via della neve sembrava decorato con festoni e luci.

Altri siti con argomenti correlati:

Ceppo di Natale
Una tradizione natalizia di antiche origini, oggi quasi completamente scomparsa ma che ha lasciato tracce ad esempio nei dolci.



Consiglia questo sito ad un amico







Ricordiamo che natalealbero.com non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Tutte le informazioni lette nel nostro sito devono essere considerate a solo scopo indicativo.